Cerca
  • Giovanni Ricci Armandi

USA patria degli UNICORNI?

Gli Stati Uniti d'America sono da sempre la “terra delle opportunità” e ciò sembra essere ancor più vero per le start-up che, in USA, hanno maggiori possibilità di trasformarsi in un "UNICORN" ovvero raggiungere il traguardo di una valutazione da 1 miliardo di dollari in 10 anni.

Il termine "UNICORN" venne utilizzato per la prima volta nel 2013 da Aileen Lee (Cowboy Ventures), che utilizzò questa parola per far riferimento alle imprese innovative non quotate, ma con valutazione pari o superiore al miliardo di dollari (https://techcrunch.com/2013/11/02/welcome-to-the-unicorn-club/).

“The lion’s share of that value is held by companies that are located in the US. In fact, just over 50% of the world’s unicorn companies are located in the US, and US unicorns comprise 51% of the cumulative valuation of the global unicorn club." (cbinsights.com)

Gli Stati Uniti ospitano 105 aziende unicorno del valore di $ 1 miliardo e più. Un risultato che la pone al primo posto visto che in tutto il mondo gli "unicorni" sono poco più di 214.

Il trend positivo non sembra arrestarsi e dal 25 Luglio si sono aggiunte ben sei società statunitensi a questo club esclusivo permettendo appunto di raggiungere la terza cifra.

Tra tutti i due unicorni con la valutazione più alta sono Uber ($ 68 miliardi) e Airbnb ($ 29,3 miliardi), seguono la Palantir Technologies e WeWork, entrambi con una valutazione di $ 20 miliardi.

Complessivamente gli unicorni statunitensi sono valutati circa $ 360 miliardi ed, insieme, hanno già raccolto complessivamente più di $ 73 miliardi da finanziatori.

I 6 stati stati con il maggior numero di unicorni sono: California, New York, Massachusetts, Illinois, Utah e Florida.

In Florida stanno ben figurando: Magic Leap ($3,68 miliardi), Fanatics ($3,1 miliardi) e JetSmarter ($1,5 miliardi).

Dal punto di vista dei finanziamenti raccolti i primi cinque unicorni statunitensi sono: Uber ($ 15,1 miliardi raccolti), Airbnb ($ 4,4 miliardi), WeWork ($ 2,76 miliardi), Infor ($ 2,63 miliardi) e Lyft ($ 2,46 miliardi). Mentre il primo unicorno negli Stati Uniti che ha raggiunto la valutazione superiore al miliardo di dollari è stata la società di greentech Bloom Energy nel, il più recente è la start-up della stampa 3D Desktop Metal, che e' diventata un unicorno a luglio 2017.

L'Europa e' molto lontana a causa di un sistema molto più lento e complesso per non parlare delle barriere linguistiche che rappresentano un freno per la crescita di una start-up "unicorno". Per informazioni su come aprire una società in USA e Florida info@4grafin.com


Dati tratti da Startupitalia.eu e cbinsights.com

12 visualizzazioni

© 2017 by 4GRAFIN, INC.